Come Nascondere uno Scaldabagno

scaldabagno nascostoDiciamoci la verità, gli scaldabagni sono brutti. Grossi, ingombranti, antiestetici da vedere, fanno a pugni con il design di una casa e nel bagno proprio non possiamo fare a meno di notarli. Come fare a nasconderli? Non è proprio facile, anche perchè sono molto grandi. Vada per quelli piccolini da 10 o 30 litri, ma quando si montano i “mostri” da 80-100 litri difficili occultarli alla vista. Dobbiamo creare una nicchia apposita che li nasconda.

Come vedete dalle immagini in questa casa è stata costruito un ripostiglio in carton gesso e legno con gli sportelli. La larghezza è di 110 cm, entra bene uno scaldabagno da 80 litri, mentre in foto è montato uno da 30.

scaldabagnoSono state prima montate gli stop con graffa a muro per sostenere lo scaldabagno, poi installato. Dopodichè è stato costruita la struttura di carton gesso sostenuta da un’anima di metallo. All’ interno ci sono anche due faretti che illuminano la zona del lavabo (incassato). Come vedete l’effetto è molto bello, la struttura in carton gesso ha spazio anche per contenere scatole e altri oggetti, un mini ripostiglio.

Che dimensione scegliere per uno scaldabagno?
Se viviamo da soli, o anche in coppia, uno da 30 litri è idoneo (miscelato con acqua fredda arriviamo a 70-80 litri disponiblili) a patto di non fare docce di lunga durata mentre è insufficiente se dobbiamo riempire una vasca.

Quando siamo in tre o in quattro uno da 80-100 litri è indispensabile, specie se utilizziamo la vasca da bagno, ad esempio per un idromassaggio. In ogni caso sia quello da 30 che da 80 litri assorbono 1,5 kw di corrente elettrica, anche se in quello piccolino l’acqua si riscalda molto più velocemente, in 20-30 minuti dall’ accensione è già disponibile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *