Docce Filo Pavimento Guida all’Acquisto e Idee per il Bagno

La caratteristica principale della doccia a filo pavimento è quella di avere una totale assenza di dislivello tra pavimento e piatto. In pratica i due hanno la stessa altezza. Sia che esista il piatto doccia o sia che sia lo stesso pavimento continui ad esistere nello spazio doccia. A vista avremo solo la piletta dello scarico. Si tratta di una soluzione che restituisce un design molto semplice e pulito, di grande impatto. Se manca la piletta l’acqua viene verso una sottile caditoia installata in corrispondenza dell’ angolo tra pavimento e parete.

Mentre l’installazione di un piatto doccia tradizionale avviene in appoggio, senza interventi gravosi, la doccia a filo va posata in una ristrutturazione completa del bagno, prima di realizzare il massetto a copertura degli impianti che deve poter contenere la piletta ad altezza ridotta. Non potendo contare sul “rialzo” dei piatti soprapiano, la piletta stessa deve essere in grado di smaltire velocemente l’acqua pur con una sifonatura concentrata nello spessore del massetto.

piatto-doccia-bianco-filo-pavimento

Pro e Contro delle Docce a Filo Pavimento

I vantaggi che offre sono diversi:

  • non ci sono gli scalini che possono causare inciampi e cadute
  • assenza di scalini che possono causare inciampo;
  • possibilità di disporre di un bacino più ampio senza perdite dello spazio fruibile, specialmente se le chiusure verticali sono assenti o spostabili;
  • pulizia facilitata e stanza che sembra più grande. Ma per apprezzare tutte queste peculiarità senza sorprese, l’installazione va curata nei dettagli.

Svantaggi

Per realizzarla dobbiamo ristrutturare il bagno rompendo il pavimento e rifare gli scarichi. Dato che non c’è alcun bacino vero e proprio per il contenimento dell’acqua, gli scarichi di questo tipo di docce devono garantire un deflusso molto rapido dell’acqua in caduta, altrimenti rischiamo di allagare il bagno. Lo scarico deve essere favorito anche dalla giusta pendenza in direzione della piletta; l’impermeabilizzazione è un altro aspetto importante, più che in una doccia di tipo tradizionale.

doccia-filo-pavimento

Montaggio

Per questi motivi si è arrivati a produrre singoli elementi o veri e propri sistemi dedicati a queste installazioni: alcuni pensati per la preparazione della doccia a filo per fasi successive, altri che prevedono la fornitura di kit preassemblati con tutto l’occorrente, inclusa la pendenza necessaria. Disporre di elementi compatibili e di un pannello che va semplicemente posato in piano sul sottofondo, senza dover approntare inclinazioni, semplifica il lavoro dell’installatore, che vede pressoché azzerata la possibilità di errore.

Utilizzando questi sistemi non resta che predisporsi a pavimentare; a carico di chi effettua il lavoro rimane la determinazione della corretta quota per la posa della pavimentazione. Ma qualcuno ha fatto passi avanti anche per questa successiva fase di lavorazione, proponendo sistemi che incorporano i profili necessari non solo per il rivestimento a filo di pavimenti e pareti, ma anche per il montaggio dei cristalli del box, senza bisogno di sigillature finali.

bagno-doccia-a-filo

L’installazione del piatto doccia, realizzato sempre su misura e con la corretta pendenza, avviene sul sottofondo grezzo e inizia con il posizionamento della tubazione di scarico, che può compiere il percorso più idoneo nelle scanalature del pannello e va collegata alla piletta sifonata, per poi proseguire fino alla colonna di scarico. Si procede quindi con la gettata del massetto, fino a una quota che permetta la successiva posa del rivestimento a filo del piatto, riscontrabile grazie al profilo di battuta laterale realizzato in fabbrica su misura del rivestimento scelto.

Passati i tempi in cui il massetto si deve asciugare si posano le piastrelle del bagno. L’ultimo elemento a essere predisposto è quello che ricopre la caditoia, poi si procede con la stuccatura delle fughe. Lateralmente, il piatto presenta un profilo a Z concepito per supportare il rivestimento verticale, anche questo fornito su misura per garantire la perfetta continuità.

I pannelli per realizzare docce a filo pavimento

esistono dei pannelli dedicati alle docce a filo pavimento (ad esempio quelli della WEDI) con la faccia superiore già predisposta con la pendenza ottimale in direzione dello scarico, ricavato nel pannello stesso, pronti per essere installati su una superficie piana come un massetto di cemento o un sottofondo di legno. Questi piatti sono concepiti anche per l’ installazione di una doccia a centro stanza e, in particolare, per quelli con forma curva, si può contare su pannelli verticali in grado di seguire il profilo del piatto e incorporare tubazioni e rubinetterie.

Piatti Doccia in Pietra per Bagni Moderni

I piatti doccia in pietra sono molti belli da vedere, ideali per bagni moderni o rustici. I materiali con cui vengono realizzati sono in pietra grezza derivata da marmo, ardesia, quarzo blocco unico che viene lavorato e successivamente finito oppure in pietra acrilica, mix di composti minerali e chimici.

Piatti doccia in pietra grezza: si tratta di un blocco unico di massello estratto direttamente dalla cava. Viene lavorato e trattato finchè non è pronto per essere installato nella doccia. L’impatto visivo di grande naturalezza è molto bello da vedere.

Piatti in doccia in pietra acrilica: questo materiale è stato introdotto in Italia a fine anni 60. Si tratta di un prodotto sintetico e quindi non naturale, colorabile e facilmente lavorabile dall’ industria che con il tempo ha perfezionato la tecnica di taglio. Le giunzioni invisibili offrono l’impressione di un unico blocco di piatto doccia dando una percezione di continuità. I prezzi sono più economici rispetto ai piatti doccia in pietra.

Formati dei piatti doccia in pietra: ci sono quelli standard da 70x80cm, ma anche di dimensioni particolari come quello di Pietre di Rapolano (prima foto) che offre 91.4×91.4xh5 cm in un blocco unico piatto con superficie leggermente scavata per far defluire l’acqua e finitura sabbiata per renderlo antiscivolo, prezzo 1190 euro.

Oppure Balance, azienda olandese distribuita anche in Italia propone la sua linea Blue Line in pietra naturale da vari colori (grigio, nero, havana, sabbia) con misure massime di 210 x 100 x 5 cm (seconda foto). Piatto doccia in pietra con scanalature antiscivolo e griglia di deflusso acqua in acciaio inossidabile.

Teuco ha nel suo catalogo la serie Duralight stone, piatti doccia in pietra naturale mentre Jacuzzi ha nel suo catalogo piatti doccia in pietra acrilica lucida o satinata da installare a filo pavimento o sovra piastrella con forma rettangolare, quadrata o stondata.

Albatros ha solo piatti doccia in acrilico bianco mentre Silverplat ha pedane in marmo di tutti i colori (verde, rosa, nero, travertino,bianco).