Bagno Stile Provenzale idee per realizzarlo

La Provenza è una bellissima regione che si trova a sud della Francia che ha ispirato tante idee per arredare la casa. Ci si rifà infatti all’arredamento delle case rurali, di campagna di questa zona, immerse in stupendi campi di lavanda, tra un cielo azzurro e distese verdi. Non a caso grandissimi pittori come Cézanne, Van Gogh, Renoir, Matisse, Chagall li hanno immortalati nei loro quadri.

Chi ama i bagni in stile provenzale è un’anima romantica e sognatrice che si perde tra mobili vecchi ma funzionali dalle tonalità azzurre, verdi, bianche e beige. In questa importante parte della nostra casa possiamo utilizzare scaffalature a cui abbiamo ridato vita, ricarteggiate e riverniciate.

bagno provenzale 1

Mobili in stile Provenzale

I pezzi di arredamento provenzale svolgono un ruolo molto importante per ricreare la giusta atmosfera all’interno di un appartamento o villa. Hanno non solo un ruolo funzionale ma anche decorativo. I mobili in questo stile dovrebbero date l’impressione di qualcosa vissuta. Possiamo usare un mobilio realmente vecchio o usato oppure un oggetto nuovo. I produttori infatti usano una tecnica speciale di “invecchiamento artificiale” Inoltre, producono mobili con imbracature che sono la perfetta imitazione di quelle di una volta, trucioli, buchi di tarme.

Per quanto riguarda il colore, i mobili sono di solito dipinti con colori vivaci. Si possono usare mobili in vimini, cassetti ingombranti e banchi che si inseriscono perfettamente all’interno di un bagno in stile provenzale. Possono essere semplici e completi o sofisticati, decorati con squisiti sculture.

Lo stile di design provenzale non si sposa con il minimalismo zen: i mobili e gli accessori all’interno della stanza devono abbondare ovviamente, in conformità con il concetto generale di progettazione.

mobile in stile provenzale per bagno

Le pareti, il pavimento e il soffitto in un Bagno provenzale

La progettazione prevede una scelta accurata dei materiali di finitura per la decorazione del soffitto, del pavimento e delle pareti. Tradizionalmente il soffitto può essere dipinto in bianco o in verde chiaro. Se sono presenti fasci di legno, possono essere lasciati non dipinti per creare il contrasto di colore con un soffitto luminoso. Inoltre, è possibile decorare il soffitto dipingendolo in colori chiari con ornamenti floreali discreti.

Come rivestimento del pavimento, di solito si possono usare vecchie tavole in legno o un parquet invecchiato, vanno bene anche le piastrelle che imitano la pietra. Spesso vengono utilizzati colori vivaci per le stanze da bagno, da cucina o del corridoio.

Le pareti possono essere intonacate o verniciate con toni chiari. A volte nello stile degli interni provenzali esistono frammenti di mattoni o di muratura.

bagno provenzale con specchio 1

Arredamento e accessori

un bagno in stile provenzale è impensabile che esista senza fiori freschi e piante interne: rosa, lavanda, erba medica sono utili per decorare qualsiasi stanza, aggiungono colori vivaci all’interno. L’amore francese dei fiori si riflette in molti oggetti domestici, tessuti e colori degli interni: ricami sotto forma di ornamenti di pianta, pretenziosità di forgiatura, simile a steli avvolgenti di piante, anche piatti decorati con immagini di piante.

Possiamo usare anche souvenir in ceramica, cornici per foto antiche, vasi e candelieri. L’atmosfera speciale “da paese” sarà più facile da creare con ceramiche, vasi da fiori e artigianato.

La progettazione d’interni provenzale è una combinazione straordinaria e unica di pareti intonacate, mobili in legno, tavolozza di colori luminosa e decorazioni abbondanti. È un vero angolo della Francia all’interno dell’appartamento o della casa.

mobile provenzale

Idee per il bagno

nelle foto abbiamo selezionato alcuni bagni realizzati in questo stile, potete ispirarvi e prendere dei buoni spunti.

Idee per Bagni in Muratura

I bagni in muratura sono la soluzione adatta per le case con uno stile classico e country, ben si sposano però anche con ambienti moderni e dal carattere deciso. Ma vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta.

Per la realizzazione di bagni di questa tipologia solitamente le strade da percorrere possono essere due: una consiste nell’avvalersi dell’aiuto di un professionista, l’altra invece presuppone l’utilizzo di elementi prefabbricati, lavorati su misura, che chiunque abbia le basi del fai da te potrebbe installare. Si possono realizzare in carton gesso, con pannelli di siporex e legno.

La caratteristica che contraddistingue un bagno in muratura da un’altro è proprio la presenza di muretti divisori che nella maggior parte dei casi possono essere rivestite da maioliche con scopo, oltre che decorativo, di suddividere i vari elementi che lo compongono. Nella prima foto vediamo un muretto coperto sia al lato che nella parte superiore da una lastra di marmo di colore azzurro. Possiamo realizzare anche docce in muratura moderne o vasche incassate in pietra o fuori terra.

Solitamente si opta per la creazione di muretti che dispongono di mensole interne ed ante esterne, in pratica dei mobiletti veri e propri allocati di norma sotto la zona del lavandino (vedi seconda foto). Dei ripiani possono essere presenti anche esternamente, ma dovrebbero essere costruiti in legno in modo da poter rispettare lo stile rustico conferito a questa lavorazione.

Un ruolo di fondamentale importanza viene svolto dagli elementi decorativi: maioliche in ceramica, gres e marmo fanno da padrone in questo ambiente. Per quanto riguarda invece colori e designi in questi ambienti si sposano molto bene decorazioni floreali, pareti a mosaico e intagli nelle parti in legno.

Nei bagni dal carattere più moderno le decorazioni avranno uno stile più spigoloso e geometrico in linea con il gusto del proprietario. Le ultime tendenze che riguardano il design di vasca e lavabo li vedono progettati in pietra o in marmo e come accennato sopra, rivestiti in ceramica oppure il gres porcellanato.

Le colorazioni per questa stanza richiamano quelli della natura, solitamente si tende a mantenere inalterate la gradazioni del legno e della pietra, per chi volesse invece tinte tenui, pastello, il celeste o il verde rappresentano un’ottima alternativa. I colori chiari, oltre che a ricreare un ambiente accogliente, riescono a conferire luminosità e una sensazione di maggiore ampiezza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Altra parte importante è la doccia in muratura. Si può sfruttare la luce di una finestra utilizzando pareti in vetro cemento oppure realizzare una mini stanza per la doccia (vedi terza foto) con una porta finestra che possa fungere anche da bagno turco oppure utilizzando una colonna attrezzata, da idromassaggio con getti d’acqua.

Molto ricercato è anche la vasca da bagno in pietra incassata oppure che fuoriesce da un muretto realizzato in mattoni di pietra (quarta foto). Esiste anche la possibilità di realizzare pareti con finte parti in pietra.

Se ci si atterrà ai consigli forniti il risultato sarà impeccabile, parola di designer!

Piastrelle Bagno quale Scegliere Guida all’ Acquisto

La parte piú divertente e creativa durante una ristrutturazione del bagno moderno è quella relativa alla scelta del rivestimento. Dobbiamo acquistare le piastrelle, quelle che daranno lo stile e l’impronta a questa importante parte della casa. Sono diverse rispetto a quelle della cucina o di un altro ambiente perchè devono resistere all’ umidità tipica di questo ambiente, dovuta all’ acqua calda della doccia o della vasca.

Il mercato offre tantissime soluzioni e troveremo sicuramente quella che farà per noi a prescindere dal prezzo che vogliamo spendere. Ci sono infatti piastrelle economiche, medie e molto costose. I materiali sono parecchi, così come le forme ed i colori. Cerchiamo di capirne di piú e di darvi qualche consiglio.

I materiali delle piastrelle

  • Mattonelle in ceramica: si tratta di un materiale piuttosto economico, ha una porosità molto bassa, qualità apprezzata per la facilità con cui possono essere pulite e manutenute. L’acqua e la sporcizia infatti scivola via in maniera molto facile.
  • Mattonelle in porcellana: sono un po’ piú costose e hanno le stesse caratteristiche di quelle in ceramica con lo stesso grado di porosità. Anche in questo caso sul mercato c’è un’ampia scelta di modelli. Molto belle anche quelle in gres porcellanato, un mix di materiali.
  • Mattonelle di vetro è la soluzione piú elegante insieme a quella della porcellana. Il rivestimento fatto con queste piastrelle è molto elegante e di effetto e danno una grande personalità al bagno. Il prezzo è piú alto, ma possono essere usate sia dentro che fuori dalla doccia.
  • Mattonelle in pietra: il rivestimento in questo caso può essere effettuato con piastrelle che “simulano” la pietra, ma il materiale non è realmente quella oppure con blocchi di granito o pietra naturale. Il costo è molto elevato ma di grande effetto per chi cerca un effetto rustico o antico.
  • Il marmo: poco utilizzato, molto costoso, ma se usato in maniera discreta può essere elegante.
bagno in ceramica fiori

bagno in ceramica fiori

I colori

le ultime tendenze suggeriscono di non utilizzare soltanto un colore, ma una mescolanza di toni e texture, ma anche forme, che possono interrompere la monotonia di una parete o di un pavimento tutto uguale. Interessante è dare un’occhiata al blog C&A per trovare spunti ed idee sull’accostamento colori.

Il bianco è ideale per bagni piccoli e con poca luce, danno un’dea di maggiore spazio e profondità, ma per spezzare una parete tutta uguale e per non creare un “effetto ospedale” possiamo utilizzare inserti, greche, piccoli disegni di colore differente. Anche di tonalità accese come rosso, blu, verde che possono essere accoppiate con la stessa tonalità che ritroviamo su asciugamani o arredi per il bagno.

Se invece abbiamo a disposizione un grande spazio via libera alla fantasia. Molto apprezzati anche colori inusuali come il grigio ed il nero che danno una grandissima eleganza ad un bagno moderno dalle linee rigorose e decise. Il grigio poi simula molto bene la pietra.

piastrelle_vetro

piastrelle_vetro

I mosaici

sono molto belli e possono essere usati su tutte le pareti o solo su una parte del bagno, ad esempio per rivestire la doccia o la zona vicino al lavabo. Ormai si usano fogli di mosaico da 30 cm che si appoggiano alla parete creando un effetto molto bello. Se invece vogliamo qualcosa di grandioso possiamo affidarci a dei professionisti del mosaico. Molto apprezzati quello di Bisazza realizzati anche in vetro.

La forma

le forme delle mattonelle sono tantissime. Si parte da quelle piccole in formato classico 10×10, 20×20 a salire. Possono essere quadrate, rettangolari, esagonali. Non è vero che in un bagno piccolo ci vogliono piastrelle piccole, dipende dai colori e da come vengono posate. Anche piastrelle da 45×45 cm possono andar bene. Possiamo inoltre utilizzare una misura per il pavimento ed una diversa per le pareti.

piastrelle bagno arancioni

piastrelle bagno arancioni

Come posare le piastrelle

anche in questo caso la fantasia non ha limite. Possiamo posarle orizzontalmente oppure verticalmente. Usare un modo diverso per pavimento e pareti. Possono essere messe diagonalmente, a spina e spezzate ogni tanto. La posa influisce ovviamente sul prezzo finale chiesto dai professionisti che effettuano il rivestimento.

Il parquet in bagno

il pavimento in legno è bellissimo. Da calore e colore. Se lo posiamo in bagno però dobbiamo essere attenti, dobbiamo scegliere quello giusto perchè umidità e acqua  non si sposano con tutti i legni.Il Doussiè, Merbau, Iroko e Teak vanno bene, il Rovere un po’ meno perchè si può macchiare. Ma è soprattutto il trattamento a cui vengono sottoposti che fa la differenza. Non dimentichiamo che il legno viene utilizzato anche sulle barche e le barche stanno a contatto con l’acqua perennemente.

Ricordiamo magari anche di areare il locale dopo aver fatto una doccia oppure un bagno per evitare ristagni di umidità. Ci sono anche mattonelle in gres porcellanato con effetto legno. Sembra veramente di aver posato il parquet per terra. Quelle della Marazzi sono listelloni che misurano 12,50 x 50 cm, disponibili in colori beige, rovere, grigio costano circa 18 euro a metro quadro.

bagno pavimento legno

bagno pavimento legno

Le marche ed i prezzi

ce ne sono tantissime. Le prime scelte costano un po’ di piú rispetto alle seconde scelte. Quelle economiche in ceramica costano 10-15 euro al mq. Si raddoppia per le fasce basse di Marazzi, RAGNO, fino ad una media di 50-70 euro. Si superano i 100 euro per prodotti di fascia alta.

Idee per Box e Cabine Doccia per il Bagno

Installare un box doccia in un bagno presenta decisamente molti vantaggi, è davvero una valida alternativa alla vasca e può essere inserito in spazi anche parecchio ridotti. Sul mercato ci sono tantissimi modelli di box e cabina doccia pronti per l’uso, ma prima di procedere con l’installazione, che sia essa destinata ad uno spazio nuovo o ricada in una ristrutturazione, bisogna tener conto di diversi accorgimenti.

Soprattutto in un bagno esistente, bisogna innanzitutto procedere con vari controlli sull’impianto idrico. Primo fra tutti, l’allacciamento e lo scarico e le loro condizioni. Il punto ideale dove installare la doccia è al termine dello scarico, in una linea indipendente, dopo il wc per evitare un eccessivo ristagno di acqua. Per quanto riguarda il piatto doccia invece, è bene rialzarlo di qualche cm dal pavimento, in modo da potere inserire uno scarico con un sifone che proteggerà da sporco e cattivi odori.

doccia_disenia

 
Per evitare problemi di muffa o infiltrazioni alle pareti, possiamo inserire una guaina tra il rivestimento e il muro sottostante. Per quanto riguarda invece il materiale da usare per i box doccia, in genere abbiamo il cristallo temperato, che resiste agli urti e alle varie temperature ed è igienico, o vari materiali acrilici. Questi materiali hanno la forza di essere lisci, quindi non permettono ai batteri di sedimentarvi, sono atossici e impermeabili. I materiali più comuni che vengono utilizzati sono quasi tutti acrilici. Essi devono avere la proprietà di essere antiscivolo, ma nel caso non lo siano, esistono delle specifiche pedane in legno che vengono inserite sul piatto doccia. Per chi ne avesse l’esigenza, poi, specialmente se in casa vi sono anziani o bambini, esistono anche delle particolari maniglie d’appoggio da porre all’interno della doccia.

novellini_glax_3

Seguendo alcuni accorgimenti e consigli e individuato lo spazio adatto e l’ingombro che la doccia andrà ad occupare, si possono individuare diverse forme di piatto doccia: quadrato, rettangolare, semicircolare o su misura e in diversi materiali, tra cui la pietra. I piatti doccia hanno tendenzialmente misure che variano dai 50 ai 120 cm per lato. Il sistema più tradizionale è quello d’appoggio, ma ultimamente si sta evolvendo sempre di più l’utilizzo del sistema a filo pavimento.

La ceramica è il materiale più comune, ma l’acrilico garantisce delle proprietà che spesso vengono preferite alla prima, per esempio non è freddo, e si rompe meno anche in fase di installazione. Se si vuole ristrutturare un bagno in muratura, dopo aver agito con isolanti, le pareti vanno rivestite con piastrelle grandi o a mosaico. Per quanto riguarda il piatto doccia, l’ideale sarebbe un piatto a blocco unico in pietra naturale ed eventualmente le pareti in vetro cemento o decorate in vetro temperato da 8 mm.

doccia_ideal_standard

 

Le numerose aziende italiane specializzate nei prodotti per l’arredamento del bagno offrono differenti soluzioni, sia per bagni in muratura che prefabbricati. Per esempio la ditta Glass offre piatti doccia sia ad appoggio che a filo pavimento, su misura e in materiale acrilico. Spesso utilizzati nei prefabbricati.
La Falper propone diversi modelli di design realizzati in marmo, resina, cemento o ceramilux opaco o lucido da poter utilizzare in appoggio o in pavimento ideali per tutte le soluzioni di arredo.

Ancora, Pietre di Rapolano invece offre un’ampia gamma di piatti doccia in pietra, marmo o travertino a prezzi vantaggiosi, per dare un tocco di classe al tuo bagno. Infine possiamo menzionare Disenia, con i modelli “Like”, che è da sempre considerata il leader dell’arredo bagno e propone varie soluzioni e vari prezzi per ogni tipo di esigenza.

Novellini ha in catalogo Glax 3, una cabina doccia chiusa disponibile in varie misure, da 80-90-100 e 120 cm con l’opzione idromassaggio e colonna doccia attrezzata con getti hydro e soffione a cascata. Il modello Tonic di Ideal Standard è una doccia angolare, oppure installabile in una nicchia o a penisola disponibile pure con il piatto curvo. Apertura ad una o due porte battenti ha il vetro trasparente oppure lucido.

Bagni Moderni Piccoli, Sfruttare lo Spazio al Meglio

Spesso in una casa piccola c’è un bagno piccolo. E’ tutto proporzionato e la sensazione è che i tagli dei nuovi appartamenti, quelli che vanno per la maggiore per single e piccole famiglie, siano sempre di più di proporzioni minime, inferiori a 10 mq. I bagni moderni si restringono così ad uno spazio angusto con pareti che spesso non superano i 150-200 cm. In situazioni del genere bisogna sfruttare l’ambiente al meglio, arredare con pochi elementi, ma mirati, fatti su misura. Ai sanitari non si può rinunciare, alla doccia nemmeno, qualcuno potrebbe pensare ad eliminare il bidet, come fare per farci stare dentro tutto? Ecco una mini guida con idee e soluzioni per tutti coloro che devono arredare un bagno piccolo magari anche in maniera economica.

bagni modern ipiccoli

I sanitari giusti per un bagno piccolo

Utilizziamo i sanitari sospesi, quelli senza piede: possiamo prenderli molto piccolini, ci sono vasi wc e bidet anche da 50 cm, per bagni small. Il fatto che sono attaccati al muro ci fa risparmiare quei 10-15 cm utili per muoversi in maniera un po’ più agevole. L’installazione dovrebbe anche essere un po’ più economica perchè i tubi di scarico e acqua sono più corti, il che ci fa risparmiare soldi. D’altro canto però l’installazione costa un po’ di piú perchè la cassetta dell’ acqua, lo scarico, è incassato a muro.

Vasca: è il sogno di molti. Ma nei bagni moderni piccoli proprio non ci sta. Però facciamo bene i calcoli perchè sul mercato ci sono molte vasche piccoline, anche con idromassaggio che magari si sviluppano in altezza, permettendoci di entrare rimanendo ovviamente seduti come la Gen-Y di Treesse (misura 120×70) oppure la vasca angolare Kendra 125 di Albatros che misura 125×125 cm. Se non possiamo permetterci la vasca optiamo per la cabina doccia. Scegliamo vetri a scorrimento trasparenti oppure che lascino filtrare la luce per dare un’idea di profondità maggiore al bagno. Per risparmiare ulteriormente spazio si più rinunciare ai piatti doccia per lasciare mattonelle che pendono verso il centro per lo scarico. In quest’ultimo caso attenzione all’ acqua che fuoriesce quando fate la doccia.

idea bagno piccolo

Ci sono del lavabi veramente mini, con una profondità di appena 30 cm per una lunghezza di 50. Possono essere appoggiati al muro per risparmiare spazio oppure sopra un top. In quest’ultimo caso dobbiamo calcolare un po’ di cm in piú per l’ingombro. Roca ha addirittura in catalogo modelli da 25 cm sospesi o da appoggio mentre Pozzi Ginori ha dei lavandini ovali da 50 c.

Idee per sfruttare al meglio lo spazio di un Bagno di pochi MQ

  • Se avete la fortuna di avere i soffitti alti sfruttateli per mettere delle mensole per sistemare asciugamani e quant’altro relativo al bagno.
  • La porta possiamo farla a soffietto o a scrigno per sfruttare un eventuale spazio di apertura.
  • Gli specchi: importanti, con il giusto posizionamento possiamo creare un’ illusione di spazio maggiore con la luce che riflette.

 

bagno piccolo 2 mq

 

  • Termosifoni: possono essere posizionati in alto in modo da poter sfruttare le pareti libere per piccoli mobiletti.
  • Eventuali finestre non opprimiamole con tendaggi, lasciamo passare la luce.
  • Un bagno piccolo deve essere dipinto di bianco ovviamente, anche se è possibile decorarlo con greche e disegni vari per spezzare la monotonia di una parete tutta dello stesso colore o tonalità.
  • se il vostro bagno è veramente minuscolo, di 2-3 mq, non c’è scelta, potete eliminare il bidet. Al limite ci sono dei wc con incorporata doccetta, una soluzione drastica ma inevitabile per chi non ha spazio.